ALONE

ALONE 
cortometraggio 15′- 00” 
formato di ripresa 4K Ultra HD (QFHD: 3840 x 2160) 
Italia 2017 

semi-finalist Migranti Film Festival
semi-finalist 2018 STIFF San Mauro International Film Festival

selezione ufficiale AFC Global Fest – Calcutta, INDIA
selezione ufficiale Barcelona Planet Film Festival
selezione ufficiale Cefalù Film Festival (leggi L’articolo)

20 – 01 / 2018 Proiezione (Prima Europea) Filmhuis Klappei Anversa (leggi l’articolo)

Sinossi
Nella periferia di Roma, un uomo si occupa di fare il bucato in una lavanderia a gettoni. Il suo non è un vero e proprio lavoro, poiché Shahadat Hossain non è né il proprietario, né il gestore del wash point . Lui lava e piega i panni per tutti, in cambio di un piccolo sovrapprezzo sul costo del servizio.
Alone è un film sull’attesa, sul ritrovarsi difronte alla semplice tempistica della vita quotidiana, tra il tram che porta in centro e i sogni spezzati. Un susseguirsi silenzioso e ritmato di momenti, di piccole storie in potenza, di sguardi incrociati, da vivere da soli, ogni giorno. Un cortometraggio in cui tematiche sociali come l’immigrazione e il lavoro emergono dal contesto e dalle immagini, come scenografia di una realtà che non per forza ha bisogno di essere esplicitata ed interpretata. Quello che conta è pensare che dietro ogni storia c’è un uomo con la sua sensibilità,  la sua immaginazione, la sua vita.

Synopsis
In Rome’s suburbs, a man does the laundry in a laundry shop. His is not a real job, because Shahadat Hossain is not the owner, neither the manager of the Wash Point.He washes and folds the laundry for everyone, in exchange he asks a small charge on the price.  Alone is a movie about the wait, about facing the simple timing of ordinary life. About that space in between the tramway that takes you to the city center and broken dreams. A silent and upbeat succession of moments, of little potential stories, of fleeting looks, to live alone, every day.  A short film where the social issues such as migration and the lack of jobs emerge from the context and the images. Like the scenography of a reality that doesn’t need to be told and interpreted. Behind every story there is a human being, his sensibility, his imagination, his life.

Credits
con  Shahadat Hossain Kazi

Riprese e montaggio: Domenico Catano
Color correction: Andrea Gadaleta Caldarola
Sound design: Riccardo Cocozza
Musica: “John Stockton Slow Drag” di Chris Zabriskie